Miami, verso un torneo povero di stelle: dopo Federer out anche Nadal e Thiem

Rafa Nadal non giocherà il Miami Masters 1000 (24 marzo-4 aprile) perché non è ancora fisicamente pronto. «Sono triste nell’annunciare che non giocherò a Miami», ha scritto lo spagnolo su Twitter.

Roger Federer, vincitore dell’ultima edizione del torneo della Florida nel 2019, aveva già annunciato la sua assenza. «Devo riprendermi completamente ed essere pronto per la stagione sulla terra battuta in Europa», ha aggiunto Nadal, numero 3 del mondo, che ha sofferto di mal di schiena da quando è arrivato in Australia a gennaio, poche settimane prima dell’Open, dove è stato battuto nei quarti di finale da Stefanos Tsitsipas dopo aver condotto due set a zero.

Da allora Nadal si è ritirato da Rotterdam e Acapulco e ha rinunciato a un invito a Dubai. La stagione europea sulla terra battuta inizia il 5 aprile con i tornei ATP 250 a Marbella e Cagliari, prima del primo grande incontro su questa superficie, il Masters 1000 a Monte-Carlo (11-18 aprile). Senza Nadal il torneo di Miami perde un altro grande protagonista, ma non finisce qua: si sono cancellati dall’entry list del primo 1000 stagionale (Indian Wells è stato annullato per il secondo anno di fila a causa della pandemia di Coronavirus) anche Dominic Thiem e Nick Kyrgios. Resta in dubbio la partecipazione del numero 1 Novak Djokovic, in via di recupero dopo l’infortunio muscolare accusato a Melbourne.