Binaghi: “Musetti e Sinner? Sono i nuovi Borg e McEnroe”

“Credo che con Sinner, Musetti e gli altri ragazzi che ci sono dietro, perchè stiamo lavorando anche sui più giovani, l’Italia non abbia limiti. Dove arriveranno singolarmente dipenderà da tanti fattori, ma credo di poter dire che non ci siano limiti”.

Lo ha dichiarato il presidente della Federazione Italiana tennis Angelo Binaghi, intervenuto a “La politica nel pallone” su Rai Gr Parlamento.

“Sinner e Musetti sono molto diversi tra loro: ricordano Borg e McEnroe, Panatta e Barazzutti. E’ bello perchè danno a tutti gli appassionati italiani la possibilità di avere un beniamino tra i due” ha aggiunto il numero uno della Fit”.