Kenin, il momento “no” continua: operata d’urgenza per appendicite

Sofia Kenin

La fortuna è cieca, ma la sfortuna ci vede benissimo. Sofia Kenin sta forse imparando questo e tutti i detti più famosi su quanto “quando piove, diluvia” e come la sorte se si vuole accanire non si fa alcun problema.

La statunitense ha vissuto un inizio di 2021 molto complicato, e in particolare in Australia ha acutizzato ogni difetto che si vedeva nel gioco con una prova difficile prima dell’Australian Open e poi l’uscita al secondo turno contro Kaia Kanepi e lo sfogo in conferenza stampa quando ha ammesso che non avrebbe mai fatto strada giocando così e continuando a martellarsi dalla pressione di dover far bene.

La musica non è cambiata nemmeno con l’arrivo del Philipp Island Trophy dove è stata sconfitta addirittura da una giocatrice senza classifica WTA al momento, Olivia Gadecki. Poi, come ha informato con un post sul suo profilo Twitter, lunedì 15 si è diretta dal fisioterapista del torneo per controllare quello che inizialmente era un dolore all’addome, come tanti altri tennisti (e tenniste) hanno sofferto fin qui però in questo caso dopo una prima valutazione è stato deciso di mandarla subito in ospedale per accertamenti ulteriori che poi si sono tramutai in un intervento d’urgenza per rimuovere l’appendice.

La numero 4 del mondo ha voluto ringraziare lo staff sanitario e per lei, se il recupero andrà bene, la prossima tappa dovrebbe essere a inizio marzo a Doha.