Australian Open: Errani avanza al secondo turno, si rivede Konjuh

Sara Errani era l’unica azzurra impegnata oggi nel primo turno di qualificazioni dell’Australian Open, quest anno occasionalmente organizzate a Dubai per ovviare ai problemi derivati dalla pandemia di covid-19.

L’ex top-10 ha fatto il suo esordio nel 2021 con un successo in tre set ai danni di En Shuo Liang, classe 2001 e finalista all’Australian Open junior nel 2018.

6-1 5-7 6-2, con una discreta lotta nel parziale decisivo malgrado il punteggio di 6-2 sembri così nettamente a favore di Sara. Dall’aggancio sul 2-2 da parte di Liang ci sono stati tre game abbastanza laboriosi, ognuno ai vantaggi, e tutti a premiare l’italiana ora 131 del mondo che sul 5-2 ha chiuso la contesa. Al secondo turno avrà la spagnola Georgina Garcia Perez, giocatrice molto alta e con un servizio che può superare facilmente i 200 chilometri orari, ma che potrebbe pagare nella reattività a una Errani che ancora adesso che va per i 34 anni ha nella “cattiveria agonistica” il punto su cui basare gran parte del suo essere in campo.

La sua zona di tabellone non è facile. La stessa Garcia Perez oggi si è imposta 6-0 6-0 contro Anastasia Zakharova mentre nella parte alta è sì uscita la numero 4 del tabellone cadetto (Anna Lena Friedsam) ma lo ha fatto di fronte ad Ana Konjuh, ex top-20 e reduce da 4 interventi al gomito che sta cercando di tornare a buoni livelli. La croata, comunque classe 1997, si è imposta 6-2 6-7(5) 6-4 ed avrà adesso Cagla Buyukakcay, con la turca (anche lei ex top-100 e con un titolo WTA all’attivo oltre a essere giocatrice di buona esperienza in questi tabelloni) che ha inflitto un doppio 6-4 a un’altra osservata speciale: Victoria Jimenez Kasintseva, data di nascita 9 agosto 2005 e grande promessa di Andorra che ha preso parte alle qualificazioni dopo aver vinto l’Australian Open junior nel 2020 ad appena 14 anni.

Domani faranno il loro esordio le altre italiane: Martina Di Giuseppe (contro la georgiana Ekaterina Gorgodze), Elisabetta Cocciaretto (contro la brasiliana Gabriela Ce), e Giulia Gatto Monticone (contro la russa Valentina Ivakhnenko).