Federer salta gli Australian Open: rientro rinviato

Adesso è ufficiale: Roger Federer non prenderà parte agli Australian Open 2021 in programma dall’8 al 21 febbraio. L’annuncio arriva direttamente dall’agente dello svizzero, Tony Godsick: “Roger ha fatto grandi progressi negli ultimi due mesi, tuttavia, dopo essersi consultato col suo team, ha deciso che la migliore decisione per lui sia di tornare alle competizioni dopo l’Australian Open”, ha spiegato.


Il fuoriclasse elvetico, reduce da due interventi al ginocchio, non gioca un torneo da quasi un anno: il suo ultimo match lo ha disputato proprio a Melbourne, perdendo in semifinale contro Novak Djokovic. Da allora Roger non ha più messo piede in campo per una partita ufficiale, anche perché la pandemia ha cancellato Wimbledon e rinviato le Olimpiadi, i due appuntamenti a cui sicuramente teneva di più.

E proprio l’estate 2021 sembra essere nel mirino di Federer, in quella che probabilmente sarà la sua ultima stagione nel circuito. Arrivare nelle migliori condizioni possibili per gli appuntamenti estivi è la sua grande priorità, motivo in più per non forzare un rientro che a questo punto slitta a data da destinarsi e rimane un’incognita. L’unica certezza ad oggi è che per la prima volta nel terzo millennio Federer non giocherà il primo Slam stagionale.

È sempre stato presente dal 2000 in poi e per trovare un Australian Open senza il suo nome in tabellone bisogna tornare indietro fino al 1999, quando giovanissimo perse al primo turno delle qualificazioni. Nelle successive 21 edizioni c’è sempre stato, vincendo il torneo per sei volte: meglio di lui solo Djokovic, l’ultimo ad averlo battuto in quella che rischia di passare alla storia come l’ultima apparizione di Roger sulla Rod Laver Arena.