Thiem difende Djokovic: “Molti ingiusti con lui”. Troicki: “Ho preso il coronavirus in India”

Il finalista dell’ultimo Australian Open, Dominic Thiem, difende chi lo ha battuto a Melbourne, ovvero Novak Djokovic, al centro del ciclone dopo il suo Adria Tour, dopo i casi di coronavirus: “Sono stati molto ingiusti con lui – dice l’austriaco -. Ha organizzato il torneo per una buona causa, e non ha obbligato nessuno ad andarci. E’ semplicemente capitato, tutto qui. Abbiamo fatto degli errori ma l’importante è che ora tutti stiano bene”.

Anche Victor Troicki difende il suo connazionale, almeno implicitamente. Secondo quanto dichiarato ad un giornale serbo, lui e la moglie (incinta) avrebbero preso il Covid-19 non durante l’Adria Tour ma a Pune, in India: “Ricordo perfettamente qui giorni, ho dovuto rinunciare al secondo turno, per quanto stavo male. Sono stato una settimana a letto e anche mia moglie ha avuto dei sintomi, anche peggiori dei miei, in quanto era incinta. Secondo me il mio contagio risale ad allora”.