WTA Wuhan: Giorgi perde la sfida da montagne russe contro Krunic. Halep avrà Cibulkova

A. Krunic b. C. Giorgi 6-4 4-6 6-4

Occasione sprecata per Camila Giorgi, che è stata eliminata al primo turno del torneo WTA Premier 5 di Wuhan dopo due gravi black-out nella partita contro Aleksandra Krunic. La tennista serba si è imposta 6-4 4-6 6-4 dopo due ore di gioco non bellissime se non per una fase centrale del secondo set dove le due avevano trovato continuità alla battuta e riuscivano a fare lo stesso coi propri colpi.

Dopo la semifinale a Tokyo, una sconfitta che costa a Camila una grande chance di essere lei a migliorare il proprio best ranking. Dopo aver iniziato la settimana al numero 30, ma “forte” del crollo di Maria Sakkari appena avanti a lei a cui sono usciti i 380 punti del torneo cinese della passata stagione (quando raggiunse la semifinale partendo dalle qualificazioni) al momento ha guadagnato una posizione portandosi al numero 29, che sarebbe il best ranking assoluto. Il problema, però, è che tutte le avversarie dietro di lei sono ancora in gara.

Il match odierno è stato invece fortemente segnato da due prolungati passaggi a vuoto dell’azzurra, che ha cominciato l’incontro con grandi difficoltà al servizio (4 doppi falli in due game di battuta) e non opponeva resistenza al palleggio della serba che senza strafare, ma raccogliendo i tanti regali dell’avversaria, otteneva anche un doppio break di vantaggio. Neppure lei, quest anno vincitrice a ‘s-Hertogenbosch, sembrava in grande controllo della situazione. Per quanto desse fastidio con le sue smorzate e con palle dal ritmo sempre molto diverso, Giorgi passava momenti piuttosto prolungati non riuscendo a tenere la palla in campo. Sul 2-5 la marchigiana ha abbozzato una reazione, ma due game più tardi è subito precipitata indietro 40-0 perdendo definitivamente il parziale.

Nel secondo piano piano la frequenza degli errori gratuiti calava e seppure in risposta non aveva chance, mentalmente aveva invece il vantaggio di mantenersi avanti nel punteggio. Krunic non ha nella solidità mentale un punto di forza e malgrado stesse riuscendo a mantenersi a galla doveva arrivare il momento della verità. Puntualmente, sul 5-4 Giorgi, sono arrivate le prime chance di tutto il parziale e al secondo tentativo l’errore della serba è valso il pareggio. Come accaduto nel primo set, però, un nuovo passaggio a vuoto prolungato è finito per costare carissimo all’azzurra.

Dall’1-0 Giorgi al 5-1 0-40 Krunic sono passati appena 28 punti, di cui 23 vinti vinti dalla serba. Sotto 3 match point ha cercato un ultimo tentativo di rientro e per poco non ci riusciva. Krunic era rimasta mentalmente alle chance non sfruttate, scuoteva la testa, estremamente negativa come body language e senza più la forza per ribattere la potenza dell’avversaria che si avvicinava fino al 4-5. Al servizio per la seconda volta per chiudere la partita, 3 errori immediati di Giorgi l’hanno spinta di nuovo sul 40-0. Mancati i primi due, è riuscita a chiudere alla terza occasione con un rovescio dell’azzurra finito fuori. Sarà lei a sfidare Petra Kvitova domani.

Altri incontri

Sarà Dominika Cibulkova l’avversaria di Simona Halep. La rumena, che ha rivelato alla stampa di aver accusato un problema alla schiena nella giornata di domenica durante un allenamento con Petra Kvitova, non ha comunque neppure accennato alla possibilità di non scendere in campo e dunque si riporrà una sfida che in passato aveva regalato tanti dispiaceri all’attuale numero 1 del mondo tra il quarto di finale Slam dell’Australian Open 2014 e la partita decisiva del Round Robin delle WTA Finals 2016. L’unica circostanza dove Halep aveva veramente dominato la sua avversaria fu nella finale del Premier Mandatory di Madrid nel 2016.

La slovacca, finalista da queste parti nel 2016, ha battuto con un 6-4 6-3 la ripescata Monica Niculescu, che ha preso il posto di Magdalena Rybarikova. Brava l’ex numero 4 del mondo a rientrare nel primo set dove era indietro 1-4 e servizio per la rumena e a vincere 9 dei successivi 10 game fino al 6-4 3-1. Nonostante il tentativo di rientro dell’avversaria, Cibulkova ha comunque fatto sua la partita. Bene anche Garbine Muguruza, finalista nel 2015, che ha dominato Alison van Uytvanck 6-4 6-0. L’unico momento di difficoltà è arrivato quando dal 5-2 è stata ripresa fino al 5-4 mancando la chance di servire per chiudere il parziale. Dalla ripresa del gioco, però, ha cambiato completamente marcia approfittando anche della tensione che ha bloccato la sua avversaria nel momento chiave del primo set e finendo per vincere 28 dei successivi 31 punti giocati.

Madison Keys ha comodamente battuto Yafan Wang prenotando il biglietto per un secondo turno contro Angelique Kerber mentre l’altra Wang, Xiyu, ha colto un bel successo contro Bernarda Pera. Classe 2001, la cinese si è imposta 6-4 6-3 contro la statunitense di origine croata e da lunedì prossimo entrerà per la prima volta in top-200 dopo essere passata, nel prestigioso evento di casa, dalle qualificazioni.

Risultati odierni

secondo turno

[LL] P. Hercog vs S. Zhang

primo turno

D. Cibulkova b. [LL] M. Niculescu 6-4 6-4
[Q] X. Wang b. B. Pera 6-4 6-3
[Q] S. Kenin b. S. W. Hsieh 6-1 6-1
A. Sabalenka b. C. Suarez Navarro 7-6(4) 2-6 6-2
M. Keys b. Y. Wang 6-3 6-3
[16] A. Barty b. J. Konta 7-5 6-4
[12] K. Bertens b. B. Bencic 6-3 4-6 6-2
A. Krunic b. C. Giorgi 6-4 4-6 6-4
D. Vekic b. C. Vandeweghe 6-3 3-6 2-1 rit.
[Q] V. Golubic b. [Q] S. Sorribes Tormo 6-3 5-7 6-4
[WC] Q. Wang b.  M. Sakkari7-5 6-2
B. Strycova b. A. Cornet 6-3 6-2
D. Gavrilova b. [10] A. Ostapenko 6-2 6-4