I tornei della settimana prossima: si gioca in Asia, Europa e America

Altra settimana ricchissima di tornei quella che comincia il 24 – ma il tabellone delle qualificazioni è già partito – e si concluderà domenica 30 luglio. Si gioca in tutti e tre continenti e ci saranno tre tornei ATP e due WTA.

Cominciamo dalle signore, che giocheranno a Bastad, dove oggi Dolgopolov e Ferrer si sono giocati il titolo maschile, e a Nanchang, in Cina.
In Svezia oggi Martina Trevisan affronterà Kajsa Rinaldo Persson, addirittura numero 702 del mondo nel primo turno del torneo di qualificazione. Oltre a Martina, ci saranno Sara Errani e Jasmine Paolini nel main draw. Sara esordirà contro Tamara Korpatsch, numero 136 del ranking, mentre è andata male a Jasmine costretta a vedersela con Anett Kontaveit, reduce dalla sconfitta in finale a Gstaad contro Kiki Bertens.  Il torneo è nobilitato dalla presenza di Caroline Wozniacki che affronterà a primo turno Pauline Parmentier.
Nel torneo cinese le prime due teste di serie sono Shuai Zhang e Shuai Peng. Kristina Pliskova una delle poche europee che si sono avventurate sin lì, è la testa di serie numero 3, Jelena Jankovic numero 6. Nessuna italiana ha pensato valesse la pena di fare tanta strada.

Tra gli uomini tre tornei. In Europa si gioca ad Amburgo il German Tennis Championship un “500” che una volta era un “1000” e che nel 2015 fu il teatro di una splendida e un po’ burrascosa finale tra Rafa Nadal e Fabio Fognini. Questa volta non ci sarà la star, e le prime due teste di serie saranno Alberto Ramos e Pablo Cuevas. In tabellone anche alcuni giocatori divertenti come Paire, Klizan e il padrone di casa Florian Mayer che esordirà contro l’unico italiano nel main draw,  Marco Cecchinato. Chi vince se la vedrà con Pablo Cuevas. Anche ad Amburgo nessun italiano nelle qualificazioni.

Sempre in Europa, a Gstaad il secondo torneo, il J. Safra Sarasin Swiss Open, un “250” in cui ci saranno Goffin, Bautista-Agut, Feliciano Lopez e i nostri Fognini e Lorenzi, teste di serie 4 e 5. Fognini avrà un bye a primo turno e poi il vincente di Gombos-Daniel. Se non fa scherzi nei quarti di finale potrebbe trovare Lorenzi, oppure Ernests Gulbis. Anche qui non mancheranno gli estrosi, visto la presenza di Dolgopolov e Gulbis. Considerata la vicinanza, tre italiani hanno provato a giocare le qualificazioni, Giustino, Napolitano e Quinzi. I primi due sono arrivati al turno decisivo, superando rispettivamente Marti e Huesler e adesso affronteranno il brasiliano Joao-Olavo Souza e il tedesco Daniel Brands. Il primo, Souza, ha eliminato Gianluigi Quinzi, vincendo al tiebreak del terzo set. Quinzi era stato bravo a recuperare il break proprio quando l’avversario serviva per il match ma nonostate due match point annullati ha dovuto cedere il match.

Infine si gioca ad Atlanta, con Isner, Tomic e Gilles Muller che torna in campo dopo i fasti di Wimbledon. Nel main draw l’unico italiano è Thomas Fabbiano, che esordirà contro Lucas Lacko, mentre nel torneo di qualificazione c’era Alessandro Bega, ventiseienne di Cernusco sul Naviglio. Non troppo fortunato nel sorteggio, perché contro Ilya Marchenko ha perso onorevolmente in due set: 6-4 6-4.