Dall’ATP di Istanbul al WTA di Rabat, cinque tornei al via. Ecco gli italiani in campo

Settimana ricchissima di tennis, quella che comincerà lunedì primo maggio. Ben cinque i tornei al via, tre per l’ATP e due per la WTA, che oggi hanno visto scendere in campo i protagonisti del torneo di qualificazione per il tabellone principale.

Precedenza alle signore che giocheranno a Praga (J&T Banka Prague Open) e Rabat (Grand Prix De SAR La Princesse Lalla Meryem), due international da 226.750 $.

A Praga, Jasmine Paolini, numero 189 del mondo, ha affrontato Veronika Kudermetova, numero 193, battendola per 6-4 al terzo. Adesso dovrà affrontare Mona Barthel e se dovesse farcela avrà ancora un turno da giocare prima di accedere al tabellone principale, dominato dalla presenza di Karolina Pliskova, testa di serie numero 1, e Caroline Wozniacki, numero 2. Farebbe compagnia a Camila Giorgi, che non ha avuto tantissima fortuna. Esordio proprio contro la numero 3 del mondo per la maceratese, che caso mai dovesse farcela troverà una tra Wang e Sakkari.

Rabat parlerà un po’ italiano, vista la presenza di Sara Errani e Francesca Schiavone, fresca di Wild Card madrilena.   A Sara è toccata in sorte una Wild Card (e dagli…), la diciottenne russa Anna Blinkova. Per Francesca Schiavone – che anche a Rabat gioca grazie ad un invito – ostacolo abbastanza duro all’esordio, l’ungherese Timea Babos. La speranza è che si aggiunga Martina Trevisan, che oggi ha superato Lara Pous-Tio e che affronterà la serba Nina Stojanovic, numero 128 del ranking, per provare ad approdare al turno decisivo del torneo di qualificazione.

Gli uomini giocano invece ben tre tornei “250”: il “BMW Open” di Monaco di Baviera; il Millennium Open di Estoril; il TEN BNP Paribas Open di Istanbul.

A Monaco le prime 4 teste di serie sono Gael Monfils, Roberto Bautista-Agut, Alexander Zverev e Fabio Fognini, che quindi avrà un bye a primo turno. Se consideriamo che all’esordio avrà un qualificato e al turno successivo potrebbe trovare Seppi (anche se temiamo gli toccherà Kohlschreiber, detentore del titolo) diciamo che non ci si può lamentare della buona sorte. Seppi e Fognini saranno gli unici italiani in tabellone, considerato che nessuno dei nostri partecipa al torneo di qualificazione.

Ad Estoril forfait di Kyrgios, quindi tutte le attenzioni saranno rivolte verso Juan Martin del Potro, al suo primo impegno della stagione sulla terra rossa. L’argentino è la testa di serie numero 5 e quindi dovrà scendere in campo sin dal primo turno, contro Yuichi Sugita, che a Barcellona è arrivato addirittura ai quarti di finale. La prima testa di serie è Carreno Busta e non ci sono italiani nel main draw. Nel torneo di qualificazione c’è già stato il derby tra Caruso e Gaio, vinto dal siciliano abbastanza nettamente (6-1 6-2). Caruso adesso è atteso dal francese De Schepper, speriamo bene.

A Istanbul infine, buona prova di Bellotti, che ha superato l’argentino Molteni e adesso dovrà vedersela con il lituano Grigelis. Nel caso dovesse farcela, nel main draw raggiungerebbe Paolo Lorenzi, testa di serie numero 4. A Istanbul torna Raonic e ci sarà anche Cilic.