WTA Auckland: la giovane Konjuh sfiderà Davis per il titolo

Seconda finale WTA in carriera per Ana Konjuh, classe 1997, che nel torneo International di Auckland sfiderà l’altra sorpresa del tabellone Lauren Davis. Le due semifinali odierne hanno sorriso alla croata ed alla statunitense dopo che entrambe erano state portate fino al terzo set.

Davis, classe 1993 e n.61 del mondo, era arrivata in semifinale in Nuova Zelanda già nel 2015 quando aveva portato a termine 3 rimonte niente male contro Sloane Stephens (da 6-1 3-1 sotto), Shelby Rogers (da 6-3 4-2 sotto) e Urszula Radwanska (da 6-2 2-0 sotto) prima di cedere a Venus Williams. Oggi la statunitense ha colto la seconda finale WTA in carriera, dopo quella del Quebec persa a settembre contro Oceane Dodin, grazie al ritiro di Jelena Ostapenko in una situazione di punteggio che la vedeva comunque avanti 4-6 6-4 4-1. La lettone dirà poi di esser stata costretta a gettare la spugna a causa del peggioramento delle proprie condizioni di salute che la vedevano già febbricitante e raffreddata durante la prima mattina.

Per Ana Konjuh, invece, è arrivato il successo contro Julia Goerges per 6-4 4-6 6-3. Partita non troppo spettacolare, vissuta molto su fiammate a cui entrambe non riuscivano a dare grande seguito. Goerges, finalista qui nel 2016, cede il passo alla nativa di Dubrovnik che grazie a questo risultato entrerà per la prima volta tra le prime 40 giocatrici del mondo (al momento sarebbe n.36). In caso di successo domani, inoltre, avrebbe in regalo anche una testa di serie agli Australian Open che scatteranno tra 10 giorni esatti.