Australian Open. Nadal vince, ma fatica contro Nishikori

di FEDERICO MARIANI –

MELBOURNE. Rafa Nadal batte in tre set Kei Nishikori e si qualifica per la settima volta ai quarti di finale degli Australian Open. 7-6 (3) 7-5 7-6 (3) il punteggio in favore del maiorchino al termine di tre ore e venti di gioco che testimoniano tutta la fatica fatta da Rafa oggi per avere la meglio del giapponese.

Da subito si è visto che Nadal non era centratissimo oggi, da quando, dopo aver piazzato il canonico break iniziale, si è subito fatto rimontare trascinando il set al tie break. Qui, però, è Rafa ad avere la meglio chiudendo per sette punti a tre.

Il secondo parziale è sulla falsariga del primo, anzi questa volta è addirittura l’ex allievo della Bollettieri Academy ad andare per primo avanti nel punteggio. Sul 4-2 in suo favore, però, il nipponico subisce la rabbiosa rimonta del maiorchino che si aggiudica cinque degli ultimi sei giochi, andando dunque a condurre due set a zero.

Nel terzo parziale finalmente è lo spagnolo a prendere le redini dell’incontro andando subito avanti 4-1. Il punteggio è però illusorio in quanto Rafa è in costante difficoltà col servizio: si salva due volte da 15-40, ma alla terza occasione Nishikori mette a segno il break. Sull’onda dell’entusiasmo, il giapponese non solo pareggia i conti, ma strappa nuovamente la battuta a Nadal e si porta sul 5-4 col servizio a disposizione per allungare l’incontro al quarto. Il decimo gioco è un totale disastro per Nishikori che regala il controbreak  all’iberico, consegnandosi di fatto al  rivale. L’incontro si chiude poi col prevedibile tie break in favore di Nadal, ancora una volta col punteggio di sette a tre.

Non una buona uscita per Rafa che non conferma l’ottima prestazione sfoggiata contro Monfils. Oggi è scesa in campo tutta un’altra versione dello spagnolo. L’unica nota veramente lieta è il servizio, un colpo sempre più pericoloso e mortifero, specialmente da destra al centro. Oggi ha chiuso in doppia cifra con gli ace.

Per quanto riguarda Nishikori, questi ha da recriminare molto soprattutto per l’andamento del terzo set dove doveva obbligatoriamente chiudere al decimo gioco. I problemi per lui sono arrivati copiosi dalla parte del diritto, colpo troppo macchinoso ed ampio che non può essere competitivo ai massimi livelli.

Per Rafa ora ci sarà Grigor Dimitrov alla sua prima apparizione tra i migliori otto in un major. Test importante per il bulgaro, ma anche per Nadal che dovrà necessariamente ritrovare il gioco della prima settimana in vista del rush finale. Inquietante a tal proposito il dato odierno secondo cui Nadal ha messo a segno meno vincenti col diritto di Nishikori. Non una bocciatura, ma neanche una piena sufficienza oggi per Rafa.