Australian Open draw: ai quarti Federer-Murray e Nadal-Del Potro. Djokovic con Wawrinka

Di ROSSANA CAPOBIANCO – Murray in semi contro Nadal, Djokovic con Ferrer. Possibili quarti tra Federer e Murray e Nadal contro Del Potro. Parte alta molto più competitiva.

 

Un tabellone squilibrato? Pare di sì. Perché la parte alta è decisamente più competitiva di quella bassa.
Le semifinali probabili sono Murray – Nadal e Djokovic – Ferrer. Ammesso che Andy si sia ripreso dall’infortunio e che batta Federer, che a sua volta deve battere Tsonga. E ammesso che Nadal batta Del Potro, nel suo quarto. Adesso facciamo un po’ di ordine, ma avete già inteso quanta molta più gente pericolosa ci sia nella parte alta.

Ottavi di finale:

Federer-Tsonga (con il francese che è apparso in ottima forma e che solo qualche giorno fa si esibiva insieme all’amico Roger per l’RF & Friends)

Murray- Isner

Nadal-Nishikori (o Hewitt),

Del Potro-Raonic

Djokovic-Fognini (o Gulbis)

Gasquet-Wawrinka

Berdych-Haas

Ferrer-Youzhny

 

Quarti di finale:


Federer-Murray: potrebbe essere la terza sfida tra i due agli Australian Open, lo scorso anno in semifinale finì 6-2 al quinto set per lo scozzese. Entrambi però arrivano a questi Australian Open, per motivi diversi, con un grosso punto interrogativo. Appare più fattibile l’ottavo di Murray rispetto a quello di Federer. Favoriti però per arrivare a questo punto.

Nadal-Del Potro: Nadal avrebbe preferito non dover correre il rischio di affrontare uno dei giocatori che senza dubbio è in grado di metterlo più in difficoltà. Se Del Potro dovesse arrivare bene, la partita si annuncerebbe avvincente.

Djokovic-Wawrinka: ancora, sempre loro, ancora loro. Come lo scorso anno, Nole e Stan si affronteranno in un’altra sfida che negli Slam ha sempre dato spettacolo.

Berdych-Ferrer: il quarto meno “nobile” di tutti, con lo spagnolo che da un po’ gode di tabelloni alquanto favorevoli. Se sta bene, la semifinale contro Nole è assicurata.

Primi turni: Rafa Nadal esordirà contro Tomic; non fortunato l’australiano, che a Melbourne si è sempre distinto. Il compito però ora è quasi impossibile. Federer contro Duckworth, Seppi contro Hewitt, Murray contro Soeda, Tsonga contro Volandri, Fognini contro Bogomolov, Gulbis contro Monaco, Djokovic contro Lacko.

Al terzo turno potremmo rischiare di vedere un Federer-Verdasco/Stakhovsky: in entrambi i casi e per motivi diversi partite che si annunciano intriganti. Sempre il terzo turno potrebbe regalarci un bellissimo Dimitrov-Raonic.

 

Il tabellone completo