21 giugno 1994: Steffi Graf, campionessa in carica, subito eliminata a Wimbledon

Il 21 giugno 1994, per la prima volta nella storia, la campionessa in carica di uno Slam viene eliminata al primo turno: è Steffi Graf a cedere a sorpresa a Lori McNeil.

Il primo giorno d’estate del 1994 porta con sé una sorpresa incredibile nel circuito WTA. In quel momento Steffi Graf è la migliore giocatrice del mondo, vanta già quindici titoli Slam di cui cinque a Wimbledon, in cui è imbattuta da tre anni. Super favorita anche in quell’edizione, accade l’imponderabile. Al primo turno affronta la trentenne americana Lori McNeil, buona giocatrice ma ormai in fase calante che però vivrà i Championships migliori della sua carriera.

Contro ogni pronostico la californiana stravolge il tabellone femminile eliminando al primo turno la fuoriclasse tedesca col punteggio di 7-5 7-6(5), un risultato storico per più motivi: la Graf torna a perdere prima dei quarti in uno Slam dopo ben nove anni, non perdeva al primo turno di un Major dallo US Open 1984 ma soprattutto mai prima di allora una campionessa Slam in carica era stata battuta all’esordio nell’edizione successiva.

Steffi chiuderà comunque l’anno da numero 1 e vincerà sei titoli Slam nei successivi due anni, Lori McNeil invece andrà vicini al grande sogno: aiutata da un buon tabellone farà strada fino alla semifinale, ma perderà 10-8 al terzo contro la futura campionessa Conchita Martinez, mentre in coppia con T. J. Middleton perderà la finale di doppio misto contro Helena Sukova e Todd Woodbridge.