US Open: Jabeur si prende i quarti di finale. Volano Garcia e Tomljanovic, bene Gauff

photo credit: @Jimmie48/WTA

Finalmente, al quarto tentativo in questo US Open, è arrivata una prova abbastanza convincente per Ons Jabeur.

La tunisina, testa di serie numero 5 del tabellone femminile e da ormai due turni la più alta “seed” rimasta dopo il classico (ormai) tracollo delle favorite nei primi turni, ha vinto un’ottima partita contro Veronika Kudermetova per prendersi un nuovo quarto di finale in uno Slam, il primo a Flushing Meadows.

Serata speciale per lei, e come sempre capita in questi frangenti per tutto il mondo arabo, che continua nel suo 2022 partito in ritardo per i dolori alla schiena ma che da inizio aprile a ora la vede meritatamente come seconda miglior tennista della stagione. Non aveva mai vinto contro Kudermetova, 0-3 in carriera, ed è arrivato ora un importantissimo 7-6(1) 6-4 maturato grazie alla rimonta da 2-5 nel primo set.

La russa era partita piuttosto forte, confermando il buon cammino fino al quarto turno dove era anche l’unica a non aver mai perso la battuta, ma oggi nel momento chiave non ha retto. Jabeur ha resistito sul 2-5 e poi ha sfruttato il calo al sevizio dell’avversaria che con un dritto colpito male sul 15-15 e un successivo doppio fallo l’hanno messa poi nelle condizioni di sbagliare, sotto pressione, il punto del 4-5. Ons è riuscita ad agganciare il 5-5 e al tie-break si è presa un pesantissimo parziale. Nel secondo è salita rapidamente 4-1, ha subito il rientro dell’avversaria col controbreak sul 3-5 ma si è presa comunque la vittoria con un controbreak a zero nato da due punti molto intelligenti che l’hanno subito portata 0-30.

Al prossimo turno avrà Ajla Tomljanovic, che ha confermato alla grandissima la vittoria contro Serena Williams in un 7-6(8) 6-1 ai danni di Lyudmyla Samsonova, che arrivava a questo appuntamento con 13 vittorie di fila e sembrava ben instradata oggi per arrivare a 14. Dal 5-2 40-40, però, la russa si è piano piano persa e i problemi veri sono nati sul 5-4 quando è salita rapidamente 0-40 ma da lì non è mai riuscita a concretizzare alcuno degli otto set point avuti: sette in quel game da 20 minuti, dove dal quarto in poi è sembrata sempre più subire la tensione, poi l’ottavo col servizio a disposizione sul 6-5 nel tie-break dove il rovescio si è spento sotto al nastro. L’australiana si è aggiudicata così un primo parziale incredibile e sfruttando il momento si è presa 6-1 il secondo.

Altra, enorme prestazione di Caroline Garcia che sta diventando sempre più protagonista di questo torneo. Non ha mai perso più di quattro game a set fin qui e anche ieri è andata giù pesante contro Alison Riske, avversaria mai battuta in carriera e dove invece si è imposta 6-4 6-1. Adesso per lei ci sarà Cori Gauff, vincitrice invece di una dura battaglia contro Zhang Shuai, sconfitta soltanto 7-5 7-5.