Stats: Sinner, il quarto titolo ATP a Sofia è anche record di precocità in Italia

La vittoria ottenuta a Sofia da Jannik Sinner, a distanza di 11 mesi dal primo successo in carriera sullo stesso campo, ha una connotazione più marcata.

Partito da primo favorito del torneo ha rispettato in pieno le attese con piena consapevolezza dei propri mezzi, senza tentennamenti, chiudendo il torneo nell’atto finale contro l’espertissimo Gael Monfils. 

E’ il quarto successo ottenuto in carriera dal tennista altoatesino che lo pone al sesto posto nella graduatoria dei tennisti italiani più vincenti:

Il tutto all’età di 20 anni appena compiuti, il che rappresenta un record di precocità per quanto riguarda il tennis maschile nel nostro Paese. Era il più giovane quando ha ottenuto la prima vittoria (19 anni e 2 mesi) e ha ottenuto la quarta vittoria 11 mesi dopo, a 20 anni e un mese, età alla quale gli altri tennisti non avevano ancora rotto il ghiaccio (Panatta per esempio ci riuscì solo a 21 anni e 1 mese, a Senigallia):

E per finire, in tema di record, sottolineo un’altra impresa che questa settimana il tennis nostrano fa segnare in campo maschile. Torniamo ad avere quattro tennisti nei top-30 (l’ultima volta risale al 14 giugno scorso)  ma con la miglior classifica complessiva: 7. La tabella sottostante ci ricorda che quest’anno (ed esattamente il 12 aprile) l’Italia ha riavuto 4 tennisti nella top 30 per la prima volta dal 1977.