Tsitsipas è pronto, battuto Medvedev. Solo Zverev tra lui e la finale

Un’altra splendida prestazione di Stefanos Tsitsipas che ha superato Daniil Medvedev nel secondo quarto di finale di questa edizione del Roland Garros, ha chiuso la prima giornata dei quarti di finale. Nonostate i precedenti potessero incutere qualche timore – Medvedev era avanti 6-1 – Tsitsipas ha cominciato il match con grande convinzione cercando di far muovere il più possibile Medvedev. Il vero vantaggio del greco stava nella possibilità di poter rigiocare colpi del russo che sul cemento sarebbero stati definitivi e poter quindi impostare inmodo tranquillo i suoi tiri angolati. Forse non sarebbe bastato, o quanto meno ci sarebbe stata una parttia più equilibrata, se Medvedev fosse riuscito ad approfittare delle incertezze di Tsitsipas nel secondo set. Brekkato a zero nel terzo game Medvedev, Tsitsipas si distreva nel sesto subendo il controbreak per via di un dritto tirato male e una stecca sulla palla break, oltre che di un atteggiamento più aggressivo del russo. Medvedeve sulla scia della ritrovata fiducia si esibiva in un inedito gioco pieno di variazioni, tra palle corte e discese a rete chiuse da volèe più che discrete. Il tutto lo portava, grazie ad un erroraccio sullo smash di Tsitsipas, ad avere due set point in risposta sul 5-4. Nel primo ha giocato male la risposta, nel secondo una correzione del nastro su un dritto di Tsitsipas è stata controllata male dal numero due del mondo. Da lì è partita una serie di 15 punti di fila al servizio per Tsitsipas, che ha vinto il tiebreak grazie ad uno splendido uno-due di dritto, prima ad uscire e poi lungolinea a chiudere.

Dopo l’ormai classica pausa del giocatore indietro nel punteggio Medvede è tornato in campo convinto di potersela giocare. Nei primi tre game di risposta il russo è arrivato sempre a palla break, e alla quarta occasione una splendida smorzata lo ha portato avanti 3-2 e servizio, dopo che nel game precedente era toccato a lui salvarsi, con un ace e con un pressing asfissiante, da due mini match point. Il vantaggio è durato poco perché nell’ottavo game due splendidi rovesci di Tsitsipas, uno un po’ fortunoso, portavano il greco sullo 0-30 e così com’era capitato nel secondo set Medvedev, che aveva regalato lo 0-40 con un rovescio largo di niente, decideva di giocarsi la prima delle tre palle break con un Serve and volley. Risultato persino peggiore del primo, perché una risposta probabilmente destinata a finire in corridoio veniva schiacciata in mezzo alla rete. Il match sembrava avviato verso il secondo tiebreak, quando nel dodicesimo game succedeva l’inimmaginabile. Medvedev andava avanti 40-0 ma Tsitsipas risuciva a risalire grazie anche ad una palla corta chiusa da una volée bella e efficace. Il greco si procurava il match point grazie ad uno splendido dritto in chisura di uno scambio durissimo e sul match point Medvedev incredibilmente decideva di servire da sotto. Più che sorpreso Tsitsipas era incredulo per il regalo, ma il greco piazzava un semplicissimo rovescio e chiudeva il match. Da non crederci.

Vittoria che lancia Tsitsipas verso la prevista finale, anche se ci sarà ancora da giocare un incontro non semplicissimo. Ma al greco manca ormai solo la classica ciliegina sulla torta di una stagione sul rosso che difficilmente dimenticherà. Se non dovesse sprecare troppe energie in semifinale Tsitsipas avrà tutte le carte in regola per giocarsi la sua prima finale slam con non poche probabilità di successo, anche se naturalmente c’è all’orizzonte l’ombra enorme di Nadal.

Ma prima Tsitsipas deve giocare la semifinale contro Zverev, che nel primo quarto di finale aveva battuto al termine di una partita francamente brutta Alejandro Davidovich Fokina. C’è stata un po’ di emozione solo nel primo set, quando i due hanno tenuto solo 3 servizi su 10, anche se gli ultimi due game sono stati davvero raccapriccianti. Lo spagnolo è entrato in confusione e a Zverev è bastato tenere una media velocità di crociera per guadagnarsi la sua prima semfinale a Parigi, la seconda in uno slam. Con Tsitsipas è sotto 5-2 ma ha vinto l’ultimo incontro, sul cemento di Acapulco.

Quarti di finale

[6] A. Zverev b. A. Davidovich Fokina 6-4 6-1 6-1
[5] S. Tsitsipas b. [2] D. Medvedev 6-3 7-6(3) 7-5