Roland Garros: Berrettini non molla, Djokovic nervoso. Poi l’urlo liberatorio a fine match

Nonostante i primi due set dominati, Novak Djokovic non è riuscito ad “ammazzare” il match e scrollarsi di dosso il nostro Matteo Berrettini, che è rimasto aggrappato alla partita con grande determinazione.

L’azzurro infatti non si è lasciato scoraggiare nonostante lo svantaggio, mettendo in difficoltà il numero 1 nel mondo nei successivi due parziali: uno perso al tie-break e l’altro, il quarto, chiuso per 7 punti a 5. E Nole un’altra volta al tie-break non ci voleva proprio arrivare, lo si è capito prima dalla nervosa (eufemismo) reazione verso il suo box – con tanto di calcio al tabellone – dopo il secondo match point mancato, poi dall’urlo rabbioso e liberatorio a partita conclusa.