Federer vince una partita d’altri tempi, Djokovic facile su Cuevas

Tutti i risultati della parte alta del secondo turno del singolare maschile

[1] N. Djokovic b. P. Cuevas 6-3 6-2 6-4
[8] R. Federer b. M. Cilic 6-2 2-6 7-6(4) 6-2

Bella vittoria di Roger Federer che ha superato in 4 set Marian Cilic, e che affronterà al prossimo turno il tedesco Dominik Koepfer, tedesco numero 59 del mondo. La partita non è stata bellissima, anche se impreziosita dai soliti lampi di purissimo talento di Federer, che però ha mostrato tutti i problemi del periodo, con una mobilità ridotta al minimo che gli ha procurato enormi problemi dal lato del rovescio. Buon per lui che dall’altra parte c’era un Cilic in condizioni simili, ma ovviamente con un talento diverso, che ha alternato qualche buona accelerazione a disastri riconducibili alle condizioni di un giocatre a fine carriera. La partita ha vissuto di due momenti emozionanti, il primo a metà secondo set quando il giudice di sedia ha inflitto un warning a Federer per aver perso tempo nel posizionarsisulla risposta. Federe ha accolto la decisione con lo stesso spirito di un prete che sente una bestemmia in chiesa e si è lamentato a lungo, anche con Cilic, che in un paio di occasioni si era lamentato del fatto che Federer perdesse tempo a cerare l’asciugamano. Il pubblico dello Chatrier ha urlato per un paio di game ma tutto è rientrato rapidamente. Il secondo momento è stato più tennistico, riguarda il terzo set che ha avuto un andamento urioso. Fino al 3-3 i due hanno fatto fatica a tenere il servizio e Federer ha perso cinque possibilità di portarsi sul 4-1 “pesante”. La seconda metà del set in risposta non si è più giocato, perché fino al 7-6 del tiebreak un solo punto è stato fatto da chi rispondeva: ed è stato il doppio fallo di Cilic sul 1-2 del tiebreak appunto, decisivo per stabilire il vincitore del set. Quarto set tra due giocatori stanchi ed è inutile sottolineare che a ritmi bassi Federer non lo batterà mai nessuno.

Sul Lenglen un annoiato Djokovic superava con qualche fastidio Cuevas. Il tabellone del serbo è un’autostrada, visto che adesso avrà Berankis e poi un italiano, speriamo due, perché Berrettini contro questo Federer ha le sue possibilità.

in aggiornamento