Wimbledon, maschile: Federer stende Pouille e si regala a Berrettini, Nadal passeggia su Tsonga

Si conclude la prima settimana dei Championships, tra esiti improbabili e conferme assolute. Oggi in campo Roger e Rafa, entrambi vittoriosi e un passo più vicini a quella semifinale che li vedrebbe opposti. Fa 400 Nishikori, col successo su Johnson ed euforia per i nostri colori, grazie alla battaglia vinta da Berrettini contro Schwartzman

[2] R. Federer b. L. Pouille 7-5 6-2 7-6(4)

Anche l’ultimo dei big in campo accede alla seconda settimana di Wimbledon. Roger Federer supera agilmente Lucas Pouille e, per la diciassettesima volta su altrettanti precedenti, vince il terzo turno dello Slam londinese.

Vige l’equilibrio nel primo set, per merito del buon approccio del francese, che trova sempre la risposta, costringendo Roger ad annullare due break point, uno dei quali delicatissimo sul 5-5, e, benché il 40% circa di prime, riesce a tenere il suo servizio piuttosto facilmente. Questo fino al dodicesimo gioco, quando finalmente l’elvetico scardina le sue difese e aggancia break e set.

Il secondo parziale si apre in maniera totalmente opposta: la testa di serie numero due dà spettacolo: con un grande scambio vinto a rete ed un passante stratosferico, cui ne seguiranno altri, brekka due volte il povero Pouille, salendo 4-0, salvo poi avere un piccolo passaggio a vuoto in un game in cui era avanti 30-0, col quale gliene restituirà uno. Non ha nessun altro problema, tuttavia, ad incassare anche questo set.

Si ricompone subito l’allievo della Mauresmo, tornando alla solidità già vista in apertura. Federer, intanto, sul suo servizio cerca di chiudere i punti il più rapidamente possibile (tanti servizi e dritti, molti contropiedi) e ritorna a forzare la mano di nuovo in quel dodicesimo game, di nuovo ad un passo dal tiebreak, procurandosi pure un match point. Ma stavolta Pouille non sbaglia, anzi, non avrebbe modo migliore di annullarlo: ace esterno, poi tiebreak. Qui, è impeccabile l’elvetico: scappa subito via di un minibreak ed è bravissimo a conservarlo, nonostante l’ennesima strenua resistenza di Pouille, il quale deve arrendersi con uno scarico rovescio in rete. Lunedì, sarà un ottavo tutto d’assaporare, contro Matteo Berrettini che ha la chance che voleva per testare il suo livello su erba e i suoi progressi fatti finora.

 [3] R. Nadal b. J. Tsonga 6-2 6-3 6-2

Tutto facile per Rafa Nadal che stende in tre set il francese Jo-Wilfried Tsonga e vola agli ottavi di finale di Wimbledon. Partita senza storia con il n.1 del mondo e 3 del seeding, che ha sconfitto il transalpino, sceso al n.72 del ranking, in tre set per 6-2 6-3 6-2. Nel prossimo turno, Nadal affronterà il vincente della sfida tra il portoghese Joao Sousa e il britannico Daniel Evans.

[8] K. Nishikori b. S. Johnson 6-4 6-3 6-2

S. Querrey b. J. Millman 7-6(3) 7-6(8) 6-3

Nessun problema anche per Kei Nishikori, approdato oggi agli ottavi di finale del singolare maschile di Wimbledon, terza prova stagionale dello Slam, iniziata lunedì sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis Club di Londra. Il giocatore giapponese, numero 7 del mondo e 8 del seeding, ha sconfitto in tre set, per 6-4 6-3 6-2, lo statunitense Steve Johnson, numero 71 del ranking Atp. Altro risultato. Terzo turno: Sam Querrey (Usa) b. John Millman (Aus) 7-6 (3) 7-6 (8) 6-3.