Rivoluzione Dunlop

Il colosso dei pneumatici "Sumitomo Rubber Industries" acquista Dunlop Sports, la unisce al bel progetto "Srixon" e si gode la grande prova di Kevin Anderson all'U.S. Open. Obiettivo? Conquistare il tennis!

Sumitomo Rubber Industries ha acquisito Dunlop Sports. Fino a poco fa solo qualche indiscrezione sulla rivoluzione di uno dei marchi storici del tennis, ora una realtà. Perché Dunlop rappresenta un pezzo di storia del tennis: John McEnroe per fare un nome a caso e Kevin Anderson, per farne un altro. In poche parole il passato appeso al presente: uno dei grandi geni della storia del nostro sport e il finalista “fresco fresco” dell’U.S. Open che ci siamo appena lasciati alle spalle.

Dunlop fornisce anche Jiri Vesely, Tommy Robredo e Misaki Doi, è riconosciuto come uno dei padroni indiscussi della produzione di palle da tennis nel mondo e lo stesso vale per il ramo “pneumatici”. La domanda sorge spontanea: ma quella Dunlop è la stessa Dunlop? La risposta: adesso sì, fino a qualche mese fa no. Perché la Sumitomo Rubber Industries (SRI), che già produceva i pneumatici Dunlop e Falken – per un fatturato da oltre 8 miliardi di dollari –  ha “comprato” “Dunlop Sports” proprio con l’intento di espandere il suo mercato nel mondo dello sport – oltre al tennis, dove vedremo è connesso con il marchio Srixon, Dunlop è forte nel golf con i marchi XXIO e Cleveland – e di dar vita a un unico grande mercato: sport & pneumatici.

Il grande “colpo di mercato” è avvenuto ad aprile ma solo da qualche giorno è diventato ufficiale e, considerazione prevedibile: Kevin Anderson non poteva trovare momento migliore per raggiungere la sua prima finale in un torneo dello Slam. Il gigante sudafricano ha deliziato gli appassionati di tennis per l’intera durata dell’U.S Open arrendendosi solo al numero uno del mondo Rafael Nadal in finale.

“Kevin ha giocato un tennis eccezionale per tutta l’estate, gli abbiamo visto raggiungere un livello completamente nuovo durante le settimane negli Stati Uniti”, ha affermato Jamie Douglas, Direttore Marketing per Dunlop International: “Kevin si unisce ad alcuni grandi giocatori che in passato, con una racchetta Dunlop, hanno raggiunto livelli altissimi. Consideriamo questo un nuovo inizio per il nostro storico marchio”. E aggiunge: “lo stile di Kevin si basa sul lavoro duro e sul non arrendersi mai; queste sue caratteristiche lo rendono un ambasciatore incredibile per un’azienda, la nostra, che guarda avanti con l’obiettivo di aumentare la sua presenza nel tennis mondiale e di stabilire nuovi standard per qualità del prodotto e innovazione”

Anderson scende in campo con la “Dunlop Srixon CX 2.0 Tour LE”. Annotate il nome “Dunlop Srixon” perché in un futuro prossimo ne sentirete parlare più e più volte: è il marchio premium, l’ammiraglia nella quale Dunlop immetterà le sue “migliori” energie. “Dunlop” la conosciamo, “Srixon” invece attualmente poco conosciuta alle masse tennistiche occidentali – più ai golfisti – è una marca creata da Dunlop Sports per Giappone e Korea, dove ha raggiunto ottimi livelli di mercato. La racchetta del sudafricano, già forte di questo dualismo, dall’inizio dell’anno in vendita in Giappone e a breve negli States, sarà disponibile in Europa nella primavera 2018. Stessa scelta per l’attuale numero 1 del mondo del tennis femminile in carrozzina Yui Kamiji, che ha appena alzato il trofeo più brillante sotto il cielo newyorkese impugnando una “Dunlop Srixon C.X. 4.0”.

L’obiettivo di SRI è di portare, entro pochi anni, “Dunlop Srixon” tra i primi marchi tennistici del mondo, passando da una produzione a basso volume nell’anno che verrà per poi, investendo su nuovi testimonials, prodotti, tornei e sfruttando strategie comunicative sempre più consistenti, generare una sorta di esplosione sul mercato che identifichi definitivamente Dunlop tra i top tennis brand con il supporto dei suoi marchi annessi: Slazenger e Carlton continueranno a essere distribuiti dalle filiali in Europa; K-Swiss manterrà il suo ruolo di marchio distributore di calzature per il tennis e capi d’abbigliamento in diversi paesi europei.

Dunlop Srixon pare proprio il nome del tempo che verrà, quello che riusciamo già a vedere nei colpi messi a segno da Kevin Anderson, in quelli che verranno e in un progetto nuovo di zecca che ha già avviato il timer verso un’esplosione globale. Da qualche anno scriviamo di tutto ciò che il mercato del tennis propone; beh, stavolta quel mercato ci ha fatto una gran bella sorpresa. Inutile dire che torneremo presto su Dunlop – tra l’altro uno dei brand più vicini al nostro magazine Tennis Match – e sulla sua bella e inaspettata rivoluzione.