Ymer domina la finale, il Challenger di Cordenons è suo

Dall’inviato Cesare Degiorgi Elias Ymer iscrive il proprio nome sull’albo d’oro del challenger di Cordenons Acqua Dolomia Tennis Cup, giunto alla quattordicesima edizione e dotato di un montepremi di 64.000 euro, sconfiggendo in finale lo spagnolo Carballes Baena per 6-2 6-3. Davanti ad un imponente cornice di pubblico presente sugli spalti dell’Eurosporting, si inizia con […]

Dall’inviato Cesare Degiorgi

Elias Ymer iscrive il proprio nome sull’albo d’oro del challenger di Cordenons Acqua Dolomia Tennis Cup, giunto alla quattordicesima edizione e dotato di un montepremi di 64.000 euro, sconfiggendo in finale lo spagnolo Carballes Baena per 6-2 6-3. Davanti ad un imponente cornice di pubblico presente sugli spalti dell’Eurosporting, si inizia con un significativo e quanto mai sentito minuto di raccoglimento in memoria delle vittime di Barcellona.

Poi dopo i consueti inni nazionali, si passa al tennis giocato con un avvio sprint del colored svedese che grazie alla maggiore incisività da fondocampo si invola subito sul 3-0, annichilendo letteralmente il tennista iberico. Il copione non sembra cambiare con Carballes Baena costretto a fare da tergicristallo quasi ad ogni punto e dopo una piccola reazione da 5-0 a 5-2, il 6-2 Ymer che sigilla il primo parziale è la logica conseguenza di quanto visto sul campo. Nel secondo set il match viaggia sui binari dell’equilibrio e i due contendenti deliziano il pubblico con alcuni scambi pregevoli.

Si va avanti senza break sul 4-3 Ymer, ma sul successivo turno di servizio, lo svedese al secondo tentativo strappa il servizio a Carballes Baena e compie l’allungo decisivo chiudendo l’incontro con un elegante volee’ incrociata. Per Ymer, attuale n.279 del ranking Atp, e’ il terzo successo nel circuito challenger, dopo i trionfi di Barletta e Caltanissetta. È presto per dire se il tennis svedese ha trovato il suo talento Next Gen, ma la cura Soderling inizia in modo evidentemente a dare i suoi frutti.