Federer, le combinazioni per tornare (subito) numero 1 del mondo

Con la semifinale nel Master 1000 di Montreal, Roger Federer mette nel mirino Rafael Nadal per la conquista del numero 1 del mondo ATP dopo Cincinnati.

Il successo per 6-4 6-4 ai danni di Roberto Bautista Agut ha portato Roger Federer in semifinale nel Master 1000 di Montreal, il primo appuntamento della sua estate nord-americana. Il trentaseienne svizzero sfiderà oggi Robin Haase per un posto nella finale numero 6 su 8 tornei disputati in stagione, con all’orizzonte però anche la lotta per il numero 1 del mondo ATP.

Sembrava quasi fatta per Rafael Nadal, che aveva cominciato Montreal senza la presenza di Murray e che dunque doveva vincere 3 partite per garantirsi il ritorno al trono, ma la sconfitta al terzo turno contro Denis Shapovalov ha cambiato tante cose. Sono stati solo 90 i punti conquistati, non sufficienti neppure a difendersi dal rientro di Federer che ha conquistato 360 punti, “mangiandone” 270 allo spagnolo. Il distacco tra i due è di 560 punti, ma Nadal avrà 90 punti in uscita la prossima settimana contro gli 0 dello svizzero: ergo pur in caso di un’eventuale sconfitta odierna il divario sarebbe di “sole” 470 lunghezze. Murray, invece, è già fuori gioco: i 600 punti che perderà lo faranno scivolare almeno in seconda posizione.

Facciamo un riepilogo della classifica ad oggi tenendo in considerazione dei punti che potrà ottenere Federer da qui a fine torneo

12/08

  1. Murray 7750
  2. Nadal 7555
  3. Federer (SF) 6905, (F) 7145, (W) 7545

Lunedì Murray scivolerà a 7150 e sarà già dietro a Federer in caso in cui lo svizzero vinca il titolo in Canada, o comunque praticamente certo in caso di finale dello stesso Federer, a cui basterebbe una vittoria per essere numero 2 del mondo.

Nadal, invece, senza i 90 punti di cui vi parlavamo comincerà Cincinnati a 7465. Con una semifinale a Montreal Federer sarà distante 560, con una finale 320, in caso di vittoria invece sarà avanti di 80 punti. Dunque, ragionando in quest’ottica, a Federer basterà replicare lo stesso risultato dello spagnolo per diventare numero 1 del mondo al temine del torneo in Ohio.

Con una finale in Canada, invece, i punti di distanza sarebbero appunto 320. In questo caso, lo svizzero avrà bisogno di: una semifinale e Nadal perdere all’esordio, una finale e Nadal che non supera i quarti di finale Dovesse vincere in finale, invece, non ci sarebbe alcun risultato che salverebbe Nadal.

Con una semifinale a Montreal la situazione diventerebbe più difficile: Federer dovrebbe puntare al successo a Cincinnati e Nadal non superare la semifinale; potrebbe bastare una finale solo nel caso in cui Nadal non ottenga neppure un successo.