Coppa Davis, non passa la proposta dei match due su tre

Nonostante il 63,54% dell'AMG si sia dichiarato favorevole, non è passata la proposta di portare le partite di Davis al meglio dei tre set, tutti con tie-break (serviva la maggioranza dei due terzi). I cinque set sono salvi.

DavisCupFeature
DavisCupFeature

I match di Coppa Davis al meglio dei cinque set sono salvi. Per un pungo di voti. L’ITF Annual General Meeting, riunutosi oggi ad ad Ho Chi Minh, non ha infatti approvato la proposta del board dell’ITF di portare i match di Davis dal tre su cinque al due su tre, tutti con tie-break. Per l’approvazione servivano i due terzi dell’assemblea, ma i voti favorevoli si sono fermati al 63,54%.

L’AGM ha però deciso che le nazioni finaliste in Coppa Davis e in Fed Cup avranno la garanzia di esordire in casa nella stagione successiva. Inoltre la disponibilità del campo di gioco e i requisiti dei campi di allenamento sono stati abbassati al fine di ridurre i costi per le federazioni nazionali.

“Rispettiamo le decisioni dell’Assemblea ma siamo delusi dalla mancata approvazione dell’intero pacchetto di riforme per Davis e Fed Cup suggerite dal Board Itf – ha dichiarato il presidente dell’ITF David Haggerty -. Riteniamo necessari questi cambiamenti per assicurare il futuro a lungo termine di queste storiche e iconiche competizioni. Rinnoviamo il nostro impegno a lavorare con le Federazioni e le parti interessate per trovare una soluzione che possa migliorare Davis e Fed Cup”.