WTA ‘s-Hertogenbosch: Mladenovic soffre ma è ai quarti di finale

Aliaksandra Sasnovich non sfrutta 21 palle break e lascia strada alla transalpina nel torneo olandese. Si salva anche Ana Konjuh, ma i padroni di casa possono comunque sorridere.

Tira un grandissimo sospiro di sollievo Kristina Mladenovic, che approda ai quarti di finale del WTA International di ‘s-Hertogenbosch. Oltre due ore per avere la meglio su Aliaksandra Sasnovich, che probabilmente si mangerà le mani per non aver sfruttato 21 delle 25 palle break avute.

3-6 6-2 6-2 il punteggio conclusivo di un match che è stato completamente a due facce ma anche il risultato finale non sembra rispecchiare veramente i valori in campo. Nel primo set la transalpina ha tenuto la battuta solo in un’occasione, quando è salita 2-1. A quel punto aveva già fronteggiato sei chance di break, con un invano recupero da 0-40 nel primo game. Da lì in poi quattro game consecutivi della giocatrice bielorussa, che non chiudeva il set sul 5-2 ma approfittava di un nuovo brutto turno di battuta dell’avversaria per il 6-3 finale. Dall’inizio del secondo set, nonostante le continue difficoltà di Mladenovic, Sasnovich non è più riuscita a strapparle la battuta. 14 palle break salvate su 14, due game di fila vinti nel terzo set da 0-40, ma soprattutto il game sul 2-1 nel secondo set durato una ventina di punti e dove ha cancellato le prime 4 palle break di quella serie infinita.

C’è tanto merito di Mladenovic, della giocatrice che negli ultimi mesi è tra le prime 5 del mondo come rendimento, ma ci sono anche demeriti dell’avversaria, che poteva regalarsi i primi quarti di finale in carriera su erba, partita che invece spetterà alla favorita numero 2 del seeding che domani affronterà Lesia Tsurenko, contro cui perse la finale ad Acapulco.

Nella parte alta l’Olanda ha rischiato di portare due giocatrici ai quarti di finale. C’è riuscita con la giocatrice più indietro nel ranking, Arantxa Rus, ex numero 67 del mondo ed oggi numero 181. 6-2 7-5 il successo, anche abbastanza agevole, contro Andrea Hlavackova. Sconfitta invece per l’altra beniamina del pubblico, Rigel Hogenkamp, che è stata avanti 3-1 nel terzo set contro Ana Konjuh prima di cedere alla distanza: 4-6 6-3 6-4 il punteggio della croata, che domani affronterà Evgeniya Rodina, vincitrice 7-5 6-3 contro Antonia Lottner.