“Se ti troverò ti spezzerò le gambe” continuano le minacce alle giocatrici

"Spero che qualcuno ti uccida, che tutta la tua famiglia muoia di cancro al cervello". Stavolta è Richel Hogenkamp a denunciare la piaga sociale degli scommettitori infuriati.

Sta diventando un fenomeno ormai sempre più grave e frequente, a cui nessuno sembra poter mettere un rimedio concreto. Gli scommettitori puntano soldi, non vincono la scommessa a causa di un risultato mancato, e sfogano tutta la rabbia sul “colpevole” di turno che quasi sempre sono tenniste. Sono sempre loro a denunciare frasi raccapriccianti di puro odio, con espressioni che non andrebbero tollerate in qualsiasi ambiente civile. Tempo fa furono Madison Keys e Caroline Wozniacki a pubblicare tutte le pagine di insulti ricevuti su Instagram, prima ancora Simona Halep scortata dalla security a Stoccarda, poi Katie Dunne a cui auguravano la morte per stupro, Louisa Chirico, Naomi Osaka, Nicole Gibbs, Kristina Mladenovic (nell’intervista concessaci a Stoccarda), Aleksandra Krunic e poco più tardi Dominika Cibulkova e Yanina Wickmayer. Tutte bersaglio di gravi insulti e minacce che non possono passare inosservati perché nessuno sa quali persone girino dietro a degli account sul web.

Oggi è stata la volta di Richel Hogenkamp che su Twitter ha pubblicato lo screenshot con un messaggio che recita: “Spero che tutta la tua famglia muoia per un cancro al cervello! Spero che qualcuno ti uccida con due proiettili! Mi hai fatto perdere 1500 dollari brutta (la traduzione è ovvia, nda)! Hai buttato via tutto razza di macchina da errori gratuiti. Se ti troverò ti romperò le gambe, brutto pezzo di (quello, nda). Sei la persona più brutta che abbia mai visto, brutta (come prima, nda)”.