WTA Bogotà: impresa Schiavone. Errani perde e manca l’ingresso al Roland Garros

Francesca Schiavone strepitosa al torneo WTA di Bogotà: prima top-20 battuta dal Roland Garros 2015. Salta però la possibile semifinale-derby contro Sara Errani.

F. Schiavone b. [1] K. Bertens 6-1 6-4

Francesca Schiavone non batteva una top-20 dal Roland Garros 2015. Quel giorno, nel secondo turno di Parigi, una partita da conservare avidamente tra le memorie più belle della carriera la portò al successo contro Svetlana Kuznetsova al termine di quasi 4 ore di grandissimo spettacolo 6-7(11) 7-5 10-8.

C’è riuscita ora, a quasi 37 anni, superando 6-1 6-4 la numero 20 del ranking WTA Kiki Bertens e continuando nel sogno di conquistare l’accesso diretto al Roland Garros, evitando possibili questioni di wild card che la stessa azzurra ad Indian Wells ci ha espressamente detto di non gradire viste le questioni in atto, viste anche le sgradite sorprese che le riservò l’Australian Open del 2016 e due giorni fa il direttore degli Internazionali d’Italia.

La vittoria contro l’olandese vuol dire tanto, perché la porta ad essere 130 del mondo dopo aver cominciato la settimana al 168. Soprattutto, sta mostrando che anche adesso è capace di regalare momenti di spettacolo puro, in barba a chi dice che ormai è troppo vecchia.

Bertens è stata vittima di una giornata storta, frastornata e frustrata, incapace di contrastare il gioco scintillante offerto da Schiavone. Tanti gli errori per la numero 1 del seeding, disunitasi alle prime difficoltà e mai in grado di riprendersi. Il break che ha deciso la seconda frazione è arrivati nel terzo game, con Francesca che ha anche avuto la possibilità nel quinto di raddoppiarlo e rendere lo score finale molto più netto. In ogni caso, Schiavone c’è. Non ci sarà però il derby con Sara Errani in semifinale, ma sfiderà Johanna Larsson, numero 3 del seeding.

[3] J. Larsson b. S. Errani 7-5 6-4

Sconfitta che brucia tantissimo per Sara Errani, non solo perché maturata contro un’avversaria mai in grado di vincere un solo set nei sei precedenti disputati, non solo perché le impedisce la prima semifinale da Charleston 2016, ma perché non le permetterà di accedere al main draw del Roland Garros 2017 per un solo posto. Doveva essere nelle prime 108 del mondo, invece al momento nella classifica live è numero 109, appena 12 punti dietro Denisa Allertova.

Una sfortuna che si è manifestata tutta dopo il match point della svedese: un nuovo errore di Sara ha chiuso la partita e l’azzurra ha sfogato tutta l’enorme delusione scagliando la racchetta a terra.

Nel primo set è stata la prima a provare la fuga: dopo 30 punti nei primi 3 game, dal 2-2 Larsson sono arrivati 2 giochi per Errani che però, sul 4-2, non ha confermato il break di vantaggio. Sul 5-4, in risposta, ha avuto un set point in un nuovo game fiume, conclusosi dopo 14 punti mentre in quello successivo ha nuovamente ceduto la battuta pur avendo rimontat da 0-30. Larsson, senza soffrire, ha poi chiuso il parziale.

Nel secondo set la svedese trovava un iniziale break di vantaggio, ma dal 3-1 in suo favore sono arrivati 3 game per la romagnola che sembrava aver portato l’inerzia dalla sua parte, salendo 3-4 0-30. Da lì, invece, un’incredibile serie di 11 punti a 1 ha portato Larsson sul 5-4 40-0. C’è voluto un quarto match point, ma alla fine ha raggiunto una semifinale che le mancava da New Haven dello scorso anno.

Risultati odierni:

F. Schiavone b. [1] K. Bertens 6-1 6-4
[3] J. Larsson b. S. Errani 7-5 6-4
[4] L. Arruabarrena b A. Krunic 7-5 5-7 6-2
S. Sorribes Tormo b. [5] M. Linette 6-4 4-6 7-6(5)