Challenger e ITF: siciliani sugli scudi, Caruso vince in Sardegna

Salvatore Caruso vince in Sardegna con Omar Giacalone semifinalista, Marco Cecchinato in semifinale nel Challenger di Sophia Antipolis. Nel femminile, due titoli in doppio.

Sono siciliani i grandi protagonisti dell’ultima settimana: Salvatore Caruso ha trionfato a Santa Margherita di Pula, mentre Omar Giacalone ha colto la semifinale. Tra i migliori quattro anche Marco Cecchinato nel Challenger francese di Sophia Antipolis. In Tunisia, exploit di Cristian Carli che si è fermato a un passo dal titolo, semifinale per Nicola Ghedin e nel femminile per Gaia Sanesi, con titolo di doppio per Alice Balducci e Giorgia Marchetti. Titolo rosa in coppia anche per Alice Matteucci e Camilla Rosatello in Sardegna.

Salvatore Caruso ha trionfato nel terzo appuntamento ITF stagionale combined a Santa Margherita di Pula, ($25.000/terra/F7), battendo in finale (7-5 6-3) l’argentino Augustin Collarini (317). Le vittorie di Caruso (237/4): (6-2 6-2) su Lorenzo Frigerio (442), (6-1 7-5) sul qualificato giapponese Naoki Nakagawa (696), (6-4 2-6 6-4) sul brasiliano Guilherme Clezar (239/5) e (7-6 6-0) nel derby siciliano contro Omar Giacalone in semifinale. Per il ventiquattrenne siciliano è il quarto titolo ITF in singolare, tutti in Italia e tutti sulla terra: nel 2013 a Padova, nel 2014 a Santa Margherita di Pula e nel 2015 a Bolzano.

Le vittorie del semifinalista Giacalone (543): (6-4 6-2) su Jacopo Stefanini, (6-1 6-3) sul qualificato argentino Mateo Nicolas Martinez (715) e (6-3 6-2) sul qualificato Pietro Licciardi (867) nei quarti di finale.

Nei quarti di finale Lorenzo Giustino e Pietro Licciardi. Giustino (210/2) ha superato (6-3 6-1 e 3-6 6-2 6-4) le wild cards Andrea Pellegrino (479) e Filippo Baldi (754), poi ha ceduto (4-6 6-7) a Collarini. Il citato Licciardi ha eliminato (6-4 6-3 e 6-3 6-3) Matteo Viola (375) e la wild card Gianluca Mager (336/8).

Secondo turno per Filippo Baldi, Raul Brancaccio e Gianluca Mager. Il citato Baldi ha beneficiato del ritiro (6-2 4-0) del tedesco Michal Schmid (589). Il qualificato Brancaccio (724) ha sconfitto (7-5 6-0) Rhyne Williams, poi ha raccolto un gioco (1-6 0-6) contro l’austriaco Michael Linzer (294/7). Il citato Mager ha regolato (6-4 6-3) il qualificato polacco Mateusz Kowalczyk (senza ranking).

Estromessi al debutto: Andrea Basso, Gianluca Di Nicola, Antonio Massara, Julian Ocleppo e Walter Trusendi ed i già citati Lorenzo Frigerio, Jacopo Stefanini e Matteo Viola. Basso (566) ko (2-6 6-3 6-7) contro Clezar Di Nicola (665) ko (6-4 3-6 3-6) contro lo svizzero Adrian Bodmer (977) nella sfida tra qualificati. Massara (611) ko (1-6 2-6) con Collarini. La wild card Ocleppo (713) ko (7-5 4-6 4-6) contro il ceco Vaclav Safranek (230/3). Trusendi (399) ko (3-6 6-2 3-6) contro Nakagawa.

Poche soddisfazioni per le azzurre impegnate in Sardegna, complice anche dei sorteggi poco favorevoli. Solo Georgia Brescia ha superato il primo turno, eliminando (6-3 6-4) l’ex Top-30 WTA cinese Su Wei Hsieh (97/1), prima di raccogliere due giochi (2-6 0-6) contro la spagnola Olga Saez Larra (266).

Estromesse all’esordio Camilla Rosatello e le wild cards Martina Caregaro, Alice Matteucci e Jessica Pieri. La qualificata Rosatello (303) ko (1-6 4-6) contro la russa Veronika Kudermetova (196/3). Caregaro (473) ko (2-6 6-7) contro l’australiana Olivia Rogowska (229/7). Matteucci (481) ko (1-6 7-5 1-6) contro la polacca Ktarzyna Piter (213/4). Pieri (300) ko (7-6 4-6 3-6) contro l’ex Top-10 WTA slovacca Daniela Hantuchova (224/6).

Buone notizie dai tornei doppio, con il titolo femminile di Matteucci/Rosatello (al loro terzo titolo ITF in coppia) e la semifinale maschile di Baldi/Di Nicola. Per la ventunenne abruzzese Matteucci è il quattordicesimo titolo ITF in doppio, per la ventunenne piemontese Rosatello è il diciottesimo (il secondo del 2017).

Nel circuito Challenger, Marco Cecchinato si è fermato in semifinale a Sophia Antipolis (€64.000+H/terra/Francia), cedendo (2-6 2-6) al britannico Aljaz Bedene (76/4). Le vittorie di Cecchinato (154) : (6-2 2-6 6-3) sull’ex Top-10 spagnolo Nico Almagro (55/2), (6-3 6-4) sul bielorusso Uladzmir Ignatik (140) e (6-3 6-3) al belga Arthur De Greef (134/8).

Un turno superato da Stefano Napolitano (176) che ha liquidato (6-2 6-1) lo spagnolo Albert Montanes (254), ma è stato poi piegato (4-6 7-5 6-7) da De Greef con tanto di match-ball annullato. Fuori all’esordio Federico Gaio (164) ko (3-6 4-6) contro il qualificato serbo Filip Krajinovic (218).

Nel Challenger di Panama City ($50.000+H/terra/Panama): Andrea Arnaboldi (299) ha battuto (6-2 7-5) lo statunitense Bradley Klahn (633/ranking protetto), poi il ko (7-5 4-6 5-7) contro l’altro yankee Bjorn Fratangelo (116/5).

Negli altri tornei ITF maschili, italiani in evidenza in Tunisia: finale per Cristian Carli e semifinale per Nicola Ghedin. In Grecia, Liam Caruana si è confermato per la seconda settimana consecutiva tra i migliori quattro.

Nell’ITF di Hammamet ($15.000/terra/F13 Tunisia) Cristian Carli (849) ha raggiunto la sua prima finale internazionale, (6-4 3-6 0-6) al francese Geoffrey Blancaneaux (579). Le vittorie del ventunenne romagnolo: (6-0 4-6 6-2) sulla wild card tunisina Mohamed Ali Bellalouna, (4-6 6-3 6-4) sul marocchino Lamine Ouahab (388/3), (6-4 6-3) sull’olandese Lennert Van Der Linden (540/8) e (2-6 6-3 6-4) sul tedesco Peter Torebko (449/6).

Il semifinalista Nicola Ghedin (718) ha sconfitto (6-7 7-5 6-3, 6-2 6-1 e 6-3 5-7 6-2) l’argentino Juan Ignacio Galarza (515/7), il qualificato francese Amaury Delmas (1939) e Roberto Marcora (699). Quest’ultimo aveva eliminato (7-5 6-3 e 6-3 6-2) lo spagnolo Oriol Roca Batalla (305/1) e la wild card francese Francois Arthur Vibert (848).

Un turno superato da Marco Bortolotti, out all’esordio Marco Miceli. Bortolotti (412/4) ha piegato (7-6 1-6 7-5) il tedesco Paul Woerner (915), poi è stato sconfitto (6-3 2-6 1-6) dal francese Geoffrey Blancaneaux (579). Il qualificato Miceli (1761) ko (1-6 7-6 2-6) contro Torebko.

Nell’ITF di Heraklion ($15.000/cemento /F5 Grecia), Liam Caruana si è arreso (4-6 5-7) solo al ceco Petr Michnev (268/1). Le vittorie di Caruana (1222/speciale esenzione): (6-1 6-3) sul tedesco Dominik Boehler (832), (6-1 6-4) sullo spagnolo Andres Artunedo Martinavarr (459/4) e (3-6 7-6 6-3) sullo slovacco Alex Molcan (598) nei quarti di finale.

Quartofinalista Andrea Vavassori (580), che ha battuto (6-4 6-4 e 6-4 7-5) il ceco Ondrej Krstev (959) e lo statunitense Nicholas S. Hu (946), prima del ko (4-6 4-6) contro Michnev. Ottavi di finale per Adelchi Virgili (544/7), che ha sconfitto (6-3 7-6) la wild card greca Alexandros Voinea (senza ranking), prima del ko (6-7 4-6) contro il canadese Martin Beran (790). Vavassori ha colto la semifinale in doppio con Michnev.

Eliminati al debutto i qualificati Enrico Dalla Valle Giovanni Fonio. Dalla Valle (1241) ko (4-6 1-6) contro il ceco Robin Stanek (475/5). Fonio (1939) ko (0-6 1-6) contro Artunedo Martinavarr.

Nell’ITF di Sharm El Sheikh ($15.000/cemento/F12 Egitto), secondo turno per Jacopo Berrettini, mentre Claudio Fortuna è stato subito eliminato. Nella sfida tra qualificati Berrettini (1325) ha superato (6-3 6-2) lo svizzero Claudio Maiga (1062), ma ha raccolto poco (2-6 1-6) contro il canadese Filip Peliwo (539). Fortuna (468/6) ha perso (6-7 4-6) contro il qualificato ucraino Oleg Khotkov (884).

Nell’ITF di Madrid ($25.000/terra/F10 Spagna), un turno per Erik Crepaldi (450) che ha battuto (6-3 6-4) il qualificato spagnolo Juan Lizariturry (831), poi il ko (4-6 2-6) contro l’altro spagnolo Bernabe Zapata Miralles (401).

Nell’ITF di Quinta da Marinha Cascais ($15.000/terra/F5 Portogallo), Fabrizio Ornago (668) è stato battuto all’esordio (3-6 3-6) dalla wild card portoghese Duarte Vale (1761).

Negli altri tornei femminili semifinale per Gaia Sanesi in Tunisia e quarti di finale per Ludmilla Samsonova in Francia e per Lucrezia Stefanini in Egitto.

NEll’ITF di Hammamet ($15.000/terra/Tunisia), Gaia Sanesi (732) ha colto le semifinali. Le vittorie di Sanesi: (6-7 7-6 6-4) sulla francese Marie Temin (805), (6-1 6-1) a Federica Arcidiacono (668) e (6-3 6-1) sulla cilena Daniela Macarena Lopez (senza ranking) nei quarti di finale. Arcidiacono aveva battuto (7-6 3-6 2-6) al primo turno l’indiana Snehadevi S. Reddy (571).

In Tunisia subito fuori Alice Balducci (4), Giorgia Marchetti, Federica Prati e Martina Spigarelli. Balducci (502/4) ko (6-7 6-7 ) contro Lopez. Giorgia Marchetti, Fedrica Prati e Martina Spigarelli. Balducci (512/4) ko () contro (). Marchetti (648) ko (7-5 4-6 2-6) contro la bosniaca Jelena Simic (506/5). Prati (824) ko (1-6 3-6) contro la ceca Monika Kilnarova (730). Spigarelli (656) ko (6-4 3-6 3-6) contro l’ungherese Panna Hudvardy (612).

In doppio, titolo a Balducci/Marchetti che hanno battuto in finale Sanesi in coppia con la cilena Brito.

Nell’ITF di Dijion ($15.000/cemento indoor/Francia): Ludmilla Samsonova (674/4) ha battuto (6-0 6-2 e 6-4 1-6 7-6) sulla francese Manon Arcangioli (395/) e sulla britannica Maia Lumsden (692), poi il ko (4-6 4-6) contro l’altra transalpina Jessika Ponchet (488). In doppio, Samsonova ha raggiunto la semifinale in coppia con Alessia Piran.

Nell’ITF femminile di Sharm El Sheikh ($15.000/cemento), Lucrezia Stefanini (677) ha battuto (6-1 6-4 e 6-3 7-5) l’indiana Kyra Shroff (689) e l’austriaca Melanie Klaffner (623), po il ko (2-6 2-6) contro l’egiziana Sandra Samir (465/5).

Nell’ITF di Tucepi ($15.000/terra/Croazia), infine, Miriana Tona (721) ha perso (0-6 2-6) all’esordio contro la ceca Magdalena Pantuckova (468/4).

Gli italiani impegnati in questa settimana, con l’ATP Challenger di Barletta (il secondo appuntamento italiano del circuito dopo Bergamo) e il quarto appuntamento ITF combined consecutivo a Santa Margherita di Pula.

Challenger Barletta (€43.000+H/terra): Riccardo Bellotti, Matteo Berrettini (wild card), Marco Cecchinato, Matteo Donati (wild card), Thomas Fabbiano, Federico Gaio, Alessandro Giannessi (4), Lorenzo Giustino, Stefano Napolitano, Andrea Pellegrino (wild card), Lorenzo Sonego (qualificato) e Stefano Travaglia (qualificato).

Challenger San Luis Potosi ($50.000/terra/Messico): Andrea Arnaboldi.

ITF maschile Santa Margherita di Pula ($15.000/terra/F8): Filippo Baldi, Riccardo Balzerani (wild card), Alessandro Bega (3), Riccardo Bonadio, Erik Crepaldi, Davide Della Tommasina (wild card), Lorenzo Frigerio, Omar Giacalone, Pietro Licciardi (qualificato), Luca Prevosto (wild card), Giovanni Rizzuti (qualificato) e Walter Trusendi (8).

ITF maschile Hammamet ($15.000/terra/F14 Tunisia): Davide Galoppini, Nicola Ghedin e Francesco Vilardo.

ITF maschile Sharm El Sheikh ($15.000/cemento/F13 Egitto): Jacopo Berrettini (qualificato).

ITF femminile Santa Margherita di Pula ($25.000/terra): Georgia Brescia, Martina Caregaro (wild card), Martina Di Giuseppe (qualificata), Cristiana Ferrando (qualificata), Giulia Gatto Monticone (qualificata), Camilla Rosatello, Lucrezia Stefanini (wild card), Beatrice Torelli (wild card) e Martina Trevisan (3).

ITF femminile Hammamet ($15.000/terra/Tunisia): Alice Balducci (7), Deborah Chiesa (4), Jasmin Ladurner (wild card), Alice Matteucci (5), Anna Giulia Remondina e Camilla Scala (3).

ITF femminile Istanbul ($60.000/cemento/Turchia): Jessica Pieri.