Challenger e ITF: Brescia regina in Sardegna

Georgia Brescia vince l'ITF di Santa Margherita di Pula mentre nel maschile Omar Giacalone si ferma in semifinale. Tra i migliori 4 anche Lorenzo Giustino nel Challenger di Barletta dove Marco Cecchinato e Matteo Donati trionfano in doppio.

Settimana con triplo appuntamento in Italia: quarto ITF stagionale consecutivo combined a Santa Margherita di Pula e secondo ATP Challenger italiano dell’anno a Barletta. In Sardegna Georgia Brescia ha trionfato in campo femminile, mentre Omar Giacalone ha raggiunto la semifinale nel maschile. In Puglia titolo di doppio per Marco Cecchinato e Matteo Donati, mentre nel singolare Lorenzo Giustino si è fermato a un passo dalla finale.

Il colpo azzurro della settimana è giunto dall’ITF femminile di Santa Margherita di Pula ($25.000/terra), dove Georgia Brescia ha trionfato, liquidando in finale (6-1 6-2) la statunitense Bernarda Pera (281 WTA). Per la ventunenne lombarda è l’ottavo titolo ITF, il primo del 2016. Le altre vittorie di Brescia (298): (6-4 7-5) sulla wild card Beatrice Torelli (senza ranking), (7-6 6-7 6-2) sulla rumena Nicoleta Catalina Dascalu (308), (3-6 7-6 6-3) sulla qualificata belga Marie Benoit (452) e (6-0 4-6 6-4) sulla rumena Irina Maria Bara (247/testa di serie numero 7) in semifinale.

Un titolo anche a livello maschile, arrivato dal doppio: Marco Cecchinato e Matteo Donati hanno trionfato nel Challenger di Barletta (€43.000+H/terra), superando in finale (6-3 6-4) i croati Martin e Tomislav Draganja. Le vittorie di Cecchinato/Donati: (6-4 6-1) su Ken e Neal Skupski (Gbr/2), (6-3 6-2) su Napolitano/Marterer (Ger) e (4-6 7-6 10/8) in semifinale su Bednarek/Jebavy (Pol/Cze/3). Per Cecchinato è il secondo titolo Challenger dopo quello intascato con Matteo Viola (nel 2014 sul rosso di Biella), per Donati è il terzo dopo quelli ottenuti con Andrej Golubev (nel 2016 sul cemento australiano di Happy Valley) e con Stefano Napolitano (nel 2014 sul rosso di Vercelli).

Nel tabellone pugliese di singolare, Lorenzo Giustino (214) è stato il migliore italiano, estromesso (4-6 3-6) in semifinale dal portoghese Gastao Elias (97/1). Le vittorie di Giustino: (6-4 7-6) sullo slovacco Norbert Gombos (110/3), (6-3 6-1) su Federico Gaio (164) e (6-3 6-2) sul tedesco Maximilian Marterer (129/7) nei quarti di finale. Nei “quarti” Marco Cecchinato e Alessandro Giannessi. Cecchinato (146) ha eliminato (6-0 6-1 e 4-6 6-3 6-4) due qualificati: il tedesco Jeremy Jahn (223) e il serbo Filip Krajinovic (218), per poi cedere (2-6 1-6) al britannico Aljaz Bedene (76/2). Giannessi (121/4) ha liquidato (6-3 6-3 e 6-1 6-3) Riccardo Bellotti (208) e il serbo Nikola Milojevic (200), per poi inchinarsi (6-2 3-6 3-6) alla wild card ceca Lukas Rosol (161) ex top 30 ATP. Ottavi di finale per Matteo Donati, Thomas Fabbiano, Federico Gaio e Stefano Napolitano. Donati (219) ha superato (6-3 2-6 6-3) Andrea Pellegrino (464) in una sfida tra invitati, poi il ko (3-6 6-7) contro Bedene. Fabbiano (167) ha battuto (6-3 6-2) lo spagnolo Jordi Samper Montana (215), poi il ko (2-6 5-7) contro Marterer.  Il citato Gaio ha piegato (4-6 7-6 6-2) il tedesco Daniel Brands (209). Napolitano (176) ha piegato (4-6 7-6 7-6) il qualificato Stefano Travaglia (225), poi il ko (4-6 2-6) contro Elias. Eliminati al primo turno Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego ed i già citati Riccardo Bellotti, Andrea Pellegrino e Stefano Travaglia. La wild card Berrettini (266) ko (6-4 3-6 4-6) contro Elias. Il qualificato Sonego (311) ko (3-6 6-4 1-6) contro Marterer.

Semifinale Challenger anche per Andrea Arnaboldi (299) in Messico a San Luis Potosi ($50.000/terra), fermato (4-6 3-6) dallo slovacco Andrej Martin (153/5). Le vittorie di Arnaboldi (299): (6-2 5-7 6-1) sul brasiliano Andre Ghem (244), (6-2 6-4) sulla wild card messicana Manuel Sanchez (688) e (7-6 6-4) sull’ecuadoriano Roberto Quiroz (232) nei quarti di finale.

Tornando all’ITF di Santa Margherita di Pula ($15.000/terra/F8), in campo maschile altra semifinale azzurra con Omar Giacalone, che è stato stoppato (3-6 6-0 4-6) dal francese Yannick Maden (261/2). Le vittorie di Giacalone (538): (6-0 6-1) su Alessandro Bega (295/3), (6-3 7-6) su Filippo Baldi (755) e (6-2 6-1) sul qualificato Pietro Licciardi (933) nei quarti di finale. Con Pietro Licciardi, nei “quarti” anche Walter Trusendi. Il citato Licciardi ha superato (6-1 6-3 e 4-6 6-4 6-4) il qualificato tedesco Jakob Sude (808) e il francese Maxime Hamou (318/6). Trusendi (397/8) ha liquidato (6-2 6-1 e 7-5 6-0) il rumeno Petru Alexandru Luncanu (545) ed Erik Crepaldi (457), poi si è arreso (5-7 5-7) all’austriaco Michael Linzer (298/4). Ottavi di finali per Lorenzo Frigerio e i citati Filippo Baldi ed Erik Crepaldi. Frigerio (440) ha sconfitto (3-6 6-1 6-4) il belga Yannick Vandenbulcke (550), poi ha perso (6-3 0-6 1-6) contro Maden. Baldi ha battuto (6-3 6-4) lo svizzero Remy Bertola (1757). Crepaldi ha domato (6-3 4-6 6-4) la wild card Davide Della Tommasina (1605). Fuori all’esordio Riccardo Balzerani, Riccardo Bonadio, Luca Prevosto, Giovanni Rizzuti ed i citati Alessandro Bega e Davide Della Tommasina. Balzerani (1058) ko (2-6 2-6) contro il tedesco Benjamin Loccisano (senza ranking) nella sfida tra invitati. Bonadio (484) ko (3-6 4-6) contro Maden. La wild card Prevosto (1449) ko (2-6 6-4 3-6) contro il tedesco Daniel Masur (211/1). Il qualificato Rizzuti (1154) ko (1-6 5-7) contro Hamou.

Nel femminile, poche vittorie azzurre alle spalle della vincitrice Brescia. Hanno superato un turno: Martina Di Giuseppe, Cristiana Ferrando, Camilla Rosatello e Lucrezia Stefanini. La qualificata Di Giuseppe (369) ha liquidato (6-2 6-1) la spagnola Olga Saez Larra (265), poi ha ceduto (6-3 4-6 6-7) a Benoit. La qualificata Ferrando (355) ha sconfitto (6-3 6-0) la russa Polina Leykina (321), poi la sconfitta (3-6 3-6) contro l’ex Top-50 WTA croata Petra Martic (662). Rosatello (301) ha superato (6-2 6-4) la qualificata Giulia Gatto Monticone (370), poi è stata eliminata (1-6 5-7) da Bara. La wild card Stefanini (678) ha domato l’australiana Olivia Rogowska (230), poi ha raccolto poco (2-6 2-6) contro la spagnola Paula Badosa Gibert (319). Hanno perso al debutto Martina Caregaro, Martina Trevisan e le già citate Giulia Gatto Monticone e Beatrice Torelli. La wild card Caregaro (473) ko (2-6 1-6) contro Pera . Trevisan (219/3) ko (5-7 4-6) contro la spagnola Georgina Garcia Perez (271).

Nei tornei di doppio, semifinale maschile per Giovanni Rizzutti in coppia con Riccardo Roberto e per Filippo Baldi in tandem con l’austriaco Gibril Diarra, e finale femminile con Cristiana Ferrando e Camilla Rosatello.

Negli altri tornei maschili, quarto di finale per Davide Galoppini nell’ITF di Hammamet ($15.000/terra/F14). Galoppini (639) ha battuto (6-4 6-1 e 4-6 6-1 6-3) la wild card bosniaca Darko Bojanovic (1464) e lo spagnolo Alberto Romero De Avila Senise (762), poi è stato piegato (2-6 6-0 6-7) dal britannico Jay Clarke (420/4). Eliminati all’esordio Nicola Ghedin e Francesco Vilardo: Ghedin (712) ko (3-6 1-6) contro il qualificato tedesco Paul Woerner (897), Vilardo (587) ko (2-6 2-6) contro il serbo Ljubomir Celebic (458/6).

NEll’ITF di Sharm El Sheikh ($15.000/cemento/F13 Egitto), il qualificato Jacopo Berrettini (1329) si è arreso (3-6 4-6) al ceco Jaroslav Pospisil (415/4).

Negli altri tornei femminili, poche soddisfazioni per le italiane: hanno passato un turno soltanto Jessica Pieri a Istanbul ($60.000/cemento) e Deborah Chiesa ed Anna Giulia Remondina ad Hammamet ($15.000/terra). In Turchia, Jessica Pieri (304) ha regolato (6-4 6-4) l’ucraina Olga Ianchuk (292), ma ha poi ceduto (3-6 4-6) alla bielorussa Vera Lapko (264). In Tunisia, Chiesa (458/4) ha battuto (6-4 6-2) la svedese Fanny Ostlund (620), poi ha perso (6-2 5-7 3-6) contro la spagnola Guiomar Maristany Zuleta De Reales (1017); Remondina ha sconfitto (6-2 6-2) la portoghese Sara Lanca (senza ranking), poi è stata estromessa (3-6 4-6) dalla tunisina Chiraz Bechri (791). Eliminate all’esordio: Alice Balducci, Jasmin Ladurner, Alice Matteucci (5) e Camilla Scala. Balducci (503/7) ko (2-6 1-6) contro la francese Audrey Albie (520). La wild card Ladurner (1234) ko (0-6 1-6) contro Maristany Zuleta De Reales. Matteucci (483/5) ko (3-6 2-6) contro Bechri. Scala (429/3) ko (3-6 3-6) contro la svizzera Chiara Grimm (587).

Gli italiani impegnati in questa settimana, con il quinto appuntamento ITF combined consecutivo a Santa Margherita di Pula

ITF maschile Santa Margherita di Pula ($25.000/terra/F9): Filippo Baldi (wild card), Riccardo Bonadio, Cristian Carli (wild card), Salvatore Caruso (4), Lorenzo Frigerio, Gianluca Mager, Julian Ocleppo (wild card), Andrea Pellegrino, Davide Pontoglio (qualificato), Lorenzo Sonego e Jacopo Stefanini.

ITF femminile Santa Margherita di Pula ($25.000/terra/): Martina Caregaro (qualificata), Martina Di Giuseppe, Cristiana Ferrando, Giulia Gatto Monticone, Claudia Giovine, Tatiana Pieri (wild card), Lucrezia Stefanini (wild card) e Beatrice Torelli (wild card). Sono all’ultimo turno delle qualificazioni: Nastassja Burnett, Annamaria Natali e Martina Spigarelli.

Challenger Qingdao ($125.000/terra/Cina): Thomas Fabbiano, Gianluigi Quinzi e Luca Vanni (3).

Challenger Sarasota ($100.000/terra/U.S.A. ): Andrea Arnaboldi (esenzione speciale).

ITF maschile Doha ($15.000/cemento/F4 Qatar): Gianluca Bergomi (qualificato), Marco Di Maro (qualificato) e Francesco Ferrari.

ITF maschile Hammamet ($15.000/terra/F15 Tunisia): Davide Galoppini, Francesco Vilardo e Matteo Viola (5).

ITF maschile La Grande Motte ($15.000/terra/F8 Francia): Erik Crepaldi (8).

ITF femminile Chiasso ($25.000/terra): Jessica Pieri.

ITF femminile Hammamet ($15.000/terra): Alice Balducci, Anna Giulia Remondina e Camilla Scala (6).