ATP Houston: Escobedo batte Isner e va in semifinale per la prima volta

Semifinale a sorpresa con tra il ventenne statunitense Escobedo e il brasiliano Bellucci giustiziere di Querrey. Pronostici rispettati negli altri due quarti: Sock batte Lopez e Johnson elimina Verdasco.

Una settimana fa Ernesto Escobedo non aveva mai vinto una partita sulla terra rossa in un torneo ATP e adesso si trova addirittura a disputare la sua prima semifinale in un torneo del circuito dopo aver eliminato John Isner, seconda testa di serie del Men’s Clay Court Championship. Non sono bastati 35 ace a John Isner per piegare l’orgogliosa resistenza del ventenne statunitense che dopo tre ore e due minuti di gioco, e tre tie-break, ha messo a segno la vittoria più importante della sua carriera. “Sono senza parole in questo momento. Non riesco a crederci”, ha detto Escobedo in lacrime alla fine del match. In semifinale Escobedo sfiderà il brasiliano Thomaz Bellucci, a sua volta vincitore a sorpresa contro Sam Querrey, terzo favorito del torneo, battuto 6-4 3-6 6-3.

Copione rispettato invece nella parte alta del tabellone con Jack Sock, favorito del torneo che ha eliminato Feliciano Lopez 7-6 1-6 6-4 segnando il record di 20 vittorie stagionali con cui sorpassa Roger Federer e Rafa Nadal, entrambi a quota 19. Per il ventiquattrenne di Lincoln è la terza semifinale consecutiva a Houston. Il suo avversario in semifinale sarà lo statunitense Steve Johnson, quarta testa di serie del torneo, che ha eliminato Fernando Verdasco per la prima volta in carriera dopo aver perso i quattro precedenti incontri disputati.
Questa è la quinta volta in cui tre giocatori statunitensi hanno raggiunto le semifinali sulla terra di Houston nell’era Open, e la prima volta dal 2002, quando Andre Agassi, Andy Roddick e Pete Sampras, con l’argentino Guillermo Coria, ottennero lo stesso risultato.

Risultati quarti di finale:

[1] J. Sock b. F. Lopez 7-6(6) 1-6 6-4
[4] S. Johnson b. F. Verdasco 6-2 6-4
[8] T. Bellucci b. [3] S. Querrey 6-4 3-6 6-3
[WC] E. Escobedo b. [2] J. Isner 7-6(6) 6-7(6) 7-6(5)